Antonio Machado – Una notte d’estate.

Uno dei principali poeti spagnoli degli anni a cavallo fra la fine dell’800 e la guerra civile spagnola. Fervente repubblicano, morirà esule in Francia nel 1939, pochi giorni dopo aver attraversato la frontiera. Poeta nostalgico e delicato ci ha lasciato grandi esempi della sua poetica, sospesa fra modernismo e introspezione, fra cui la poesia che vi invito a leggere oggi.

Noterete la delicatezza della descrizione del paesaggio contrapposto alla sua condizione solitaria che lo fa somigliare ad un fantasma.

ANTONIO MACHADO – UNA NOTTE D’ESTATE

È una bella notte d’estate.
Tengono le alte case
aperti i balconi
del vecchio paese sulla vasta piazza.
Nell’ampio rettangolo deserto,
panchine di pietra, evonimi ed acacie
simmetrici disegnano
le nere ombre sulla bianca arena.
Allo zenit la luna, e sulla torre
la sfera dell’orologio illuminata.
Io in questo vecchio paese vo passeggiando
solo, come un fantasma.

One thought on “Antonio Machado – Una notte d’estate.

  1. I will right away take hold of your rss feed as
    I can not to find your e-mail subscription hyperlink or e-newsletter service.
    Do you have any? Please permit me recognize so that I could subscribe.
    Thanks. Everyone loves it when people come together and share thoughts.
    Great site, keep it up! I could not refrain from commenting.

    Perfectly written! http://house.com

    My homepage :: Jim

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: