Andrea Manganotto – C’è ancora uno spettacolo

Conosco Andrea da che era ragazzino e studente liceale di belle speranze; le nostre strade si sono incrociate per merito di suo fratello, Filippo e mia sorella, Alessia, che da una ventina d’anni formano una brillantissima coppia, quindi condividiamo quattro meravigliosi nipotini di cui, per svariati motivi siamo gli zii “matti”, quelli meno omologati. Condividiamo anche una smodata passione per la musica e la bellezza dell’arte in generale.

E’ un 1985, ha 35 anni e ha dedicato la sua vita allo spettacolo in svariate forme: suona, canta e insegna canto, balla, recita: un’artista. A tutto tondo. Un Artista. E la maiuscola non è casuale.

L’ho visto crescere, farsi uomo, essere scelto da Cocciante per Giulietta e Romeo e debuttare così nel teatro “professionale”, ho avuto il privilegio di suonare e cantare (cioè lui canatava io, più o meno…) assieme a lui al matrimonio di Alessia e Filippo, mi ha emozionato il giorno del suo matrimonio con Sara, nonostante le cover dei Queen, e spero non me ne voglia per questa battuta. Ricordate bene: cover dei Queen.

So quanta passione e impegno mette nel suo lavoro e so, perché le dinamiche dello spettacolo e dello sport (il mio ambito professionale) non sono poi così dissimili, quanto in questi mesi, tormentati dal Covid 19 e dall’incertezza sul futuro, abbia patito. Come un leone in gabbia. E come abbia provato, lo vedrete nel video, in tutti i modi ad uscire da quella gabbia, anche se non si poteva.

Per “celebrare” e forse per esorcizzare un po’ il momento ha cantato il pezzo, meraviglioso, che troverete nel video qui sotto. Lo so che non è esattamente esattamente un pezzo rock, come d’uso su queste pagine, ma credetemi, da voce ad un sentimento e a una passione che trascende gli stili e i modelli musicali per inneggiare al teatro, alla musica e allo spettacolo, inteso davvero come arte e bellezza portate in pubblico, più in generale.

E’ tutto profandamente rock, se ci pensate! Sono la cultura, l’arte, la bellezza, la musica che si ribellano alla “chusura”, che urlano e cantano… “C’è ancora uno spettacolo…” che ha diritto ad luminoso presente e ad un fantasmagorico futuro. In bocca la lupo, Andrea!! Buon Ascolto!

C’è ancora uno spettacolo di Fabrizio Voghera, Ario Avecone, Arianna Bergamaschi, Myriam Somma per Medici senza Frontiere. Canta: Andrea Manganotto!

SZ

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: