Disco del giorno…e un po’ di me!- Warren Zevon – Excitable Boy (1978)

Come potete facilmente immaginare il panorama degli ultimi cinquanta, sessanta anni di musica con influenze rock è ampio e variegato e a volte si trovano dei gioielli nascosti, quasi sconosciuti o che comunque hanno solo sfiorato il grande successo commerciale e di critica. E’ il caso del cantautore che propongo oggi, Warren Zevon. E del disco di oggi: EXCITABLE BOY (1978)

Mi ci sono imbattuto quasi per caso nel 1987, quando con tre quarti dei R.E.M. ha pubblicato, da voce solista al posto di Michael Stipe, un album di cover dal titolo HINDU LOVES GOD, l’impatto vocale mi ha subito impressionato, considerando anche chi stava “sostituendo”, così rovistando vari cestino di vari negozi specializzati, che all’epoca ancora non erano stati fagocitati dallo streaming e dall’online, portai a casa due album EXICITABLE BOY del 1978 e SENTIMENTAL HYGIENE del 1987.

Mi fu subito chiaro perché nelle riviste specializzate era considerato una specie di artista di culto: vita tormentata fra il divorzio dei genitori in tenera età, alcolismo, il successo sfiorato nei primi anni con l’etichetta Asylum Records dove fu introdotto da Jackson Browne e la hit Warevolves of London (qualcuno la ricorderà nella colonna sonora del film RadioFreccia di Ligabue) che sembrava spianare la strada a futuri successi.

In realtà, il carattere scontroso e il perpetuarsi dei problemi di alcool lo costrinsero invece ai margini del music business anche in virtù di posizioni politiche non esattamente allineate che più volte aveva espresso nei suoi testi. Nel 1982 dopo l’album THE ENVOY, pochissimo considerato dalla critica e dal pubblico, ricade nei problemi di alcool da cui uscirà nel 1987 proprio in concomitanza dell’uscita di HINDU LOVE GODS che sembra collocarsi in un periodo di stabilità e creatività.

Pubblica tutta uns Erie di dischi dignitosissimi, spesso accompagnato da musicisti di ottimo livello, Jeff Porcaro, Neil Young e Benmont Tench, ma nel 2002 gli viene diagnosticato un tumore maligno derivato da esposizione all’amianto. Nel 2003, ormai consapevole della fine vicina chiama a raccolta un gruppo di amici musicisti e registra THE WIND, il suo testamento in musica. Muore a 56 anni, lasciando una sensazione di vuoto incompiuto. Da allora siamo orfani di uno dei più brillanti e sottovalutati cantautori statunitensi.

XECITABLE BOY è il terzo album di Warren Zevon, uscito in pieno periodo punk è un disco decisamente punk-oriented tanto sono abrasivi e “violenti” i testi scritti dall’autore. Come detto il disco esce per la ASylum Records grazie ai buoni uffici di Jackson Browne ed è disco con una tensione emotiva costante, dove spicca Warevolves of London attorniata da una manciata di canzoni tutte di ottimo livello. Buon ascolto.

Classificazione: 4 su 5.

WARREN ZEVON – EXCITABLE BOY (1978)

Per Approfondire: THE ENVOY(1982), SENTIMENTAL HYGIENE(1987), THE WIND(2003)

Artisti: Hindu love gods, John Prine, John Hiatt, Jackson Browne

SZ

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: