Out of Time rhymes – Io non respiro (I can’t breathe)

di Stefano Zorzi Io non respiro (I can’t breathe) mi levano il fiato i vostri osceni commenti vomitati, vigliacchi,  da una tastiera Io non respiro (I can’t breathe) quando monta il vostro odio, insensato e delirante, che travolge chiunque diverso da voi Io non respiro (I can’t breathe) mentre lordate l’umanità con i vostri spudoratiContinua a leggere “Out of Time rhymes – Io non respiro (I can’t breathe)”

Alce Nero (Sioux Oglala) – Non sapevo

Per le desolanti cifre che riguardano l’eliminazione, di fatto, dei Nativi dal suolo del Nord America vi rimando all’articolo già apparso su questo blog il 6 giugno scorso. Sono cifre incredibili e agghiaccianti passate sotto silenzio nel corso di 500 anni. così come è passata sotto silenzio per troppi, troppi anni, la “cultura della terra”Continua a leggere “Alce Nero (Sioux Oglala) – Non sapevo”

Silvia Bre – Altro Sangue

Silvia Bre, nasce a Bergamo nel 1953, traduttrice, scrittrice e poetessa, nel 2007 vince il premio Viareggio con la raccolta di poesie Marmo, da cui è tratta la poesia di oggi. La poetica di Silvia Bre sembra orientata al togliere, più che all’aggiungere, tanto sono essenziali le visioni tradotte in versi, così come tentasse diContinua a leggere “Silvia Bre – Altro Sangue”

Piero Calamandrei – Lo avrai, camerata Kesserling…

Firenze, 21 aprile 1889 – Firenze, 27 settembre 1956. Piero Calamandrei fu giornalista, giurista, politico e docente universitario. Fondatore del Partito d’Azione Manifestò sempre la sua avversione alla dittatura di Mussolini, aderendo nel 1925 al Manifesto degli intellettuali antifascisti. Durante il ventennio fascista fu uno dei pochissimi professori e avvocati che non ebbe né chieseContinua a leggere “Piero Calamandrei – Lo avrai, camerata Kesserling…”

Ignazio Buttitta – U razzismu(il razzismo)

Ignazio Buttitta è un poeta siciliano, ragazzo del 1899, combatte sul Piave nella prima guerra mondiale e vive la sua esistenza in prima linea: le lotte contadine, le due guerre, l’antifascismo, la lotta contro la mafia e la classe politica post-bellica. Scrive in dialetto siciliano con graffiante ironia e disincanto dei drammi della vita, dopoContinua a leggere “Ignazio Buttitta – U razzismu(il razzismo)”

Out of time rhymes – Nuovo Medioevo/19 marzo 2018,venerdi

Vi avevo promesso una sorpresa per il primo mese di vita di Out of Time, ed eccola qua: ci metto del mio, come faccio sempre, ma questa volta di più perché le poesie che leggerete, almeno spero, oggi, qui di seguito escono dalla mia penna. E che siano condivise qui è una grande sorpresa, soprattuttoContinua a leggere “Out of time rhymes – Nuovo Medioevo/19 marzo 2018,venerdi”

Federico Fiumani – Tempo/Envecelado

Anche oggi due poesie, di un poeta che solo poeta non è e che occupa un posto importante nella mia collezione di Autori. Federico Fiumani è la penna, la voce e la chitarra dei Diaframma ( vediamo chi ha letto l’articolo relativo al disco di oggi …?) band fiorentina, conterranea e contemporanea dei Litfiba conContinua a leggere “Federico Fiumani – Tempo/Envecelado”

Fēdor Ivanovic Tjutcev – Bufera Primaverile

Fedor Tjutcev (1803-1873) è stato un diplomatico russo, oltre che eminente poeta del filone romantico. Accostò gli ambienti del romanticismo tedesco durante il suo soggiorno a Monaco di Baviera, dove frequentò Schelling ed Heine. Visse anche a Torino per qualche anno. Le prime poesie pubblicate sono del 1836 e suscitano subito ampi consensi, ciò nonostanteContinua a leggere “Fēdor Ivanovic Tjutcev – Bufera Primaverile”

Jack Hirschman – In memoriam Ernest Hemingway/In memoria di Ernest Hemingway

Jack Hirschman è un arzillo vecchietto americano, molto amico dell’Italia, cittadino onorario di Baronissi (SA) dal 2008, nonché figura mitologica della contestazione universitaria Americana ai tempi della guerra in Vietnam e non solo. Un poeta “contro”, di quelli che piacciono all’autore e che spesso passano su queste pagine, quelli poco omologati, e che magari comeContinua a leggere “Jack Hirschman – In memoriam Ernest Hemingway/In memoria di Ernest Hemingway”

Sylvia Plath – I am vertical/Io sono verticale

Una ventina di anni fa, girovagando fra libri aperti e ricerca di poesie, giacchè questa passione già mi attanagliava, mi sono imbattuto in un libro Mondadori, dal titolo Il delfino e altre poesie autore Robert Lowell. Un’edizione postuma, dato che Lowell era morto nel 1977 e rare, al tempo ma anche oggi erano le sueContinua a leggere “Sylvia Plath – I am vertical/Io sono verticale”

Stefania Crozzoletti – (Non sono un)Poeta/canto senza spartito.

Oggi uno strappo alla regola che forse, vi farà piacere: due poesie anziché una sola, così facendo magari mi taglio la possibilità di un altro articolo, ma credetemi, ne vale la pena. oggi diamo spazio ad una poetessa italiana, Stefania Crozzoletti, veronese, classe 1966. Conosco Stefania dai tempi delle scuole superiori, è una della CriccaContinua a leggere “Stefania Crozzoletti – (Non sono un)Poeta/canto senza spartito.”

Dylan Thomas – E la morte non avrà più dominio

Dylan Thomas è gallese di Swansea, nato nel 1914. Fin da bambino dimostrò doti innate per la poesia tanto che quando a vent’anni nel 1934 pubblica Diciotto Poesie, negli ambienti letterari d’oltremanica si parla di un predestinato. La poesia di oggi fa parte proprio di questa prima pubblicazione e fornisce un quadro netto e precisoContinua a leggere “Dylan Thomas – E la morte non avrà più dominio”

San Francesco d’Assisi – Cantico delle creature.

Da agnostico “derivato”, in quanto battezzato, comunicato, cresimato e sposato secondo i riti di Santa Romana Chiesa, mi ha sempre affascinato la figura di San Francesco d’Assisi. Questa idea di spogliarsi completamente dei beni materiali per affidarsi alla provvidenza, non necessariamente o esclusivamente divina, e vivere in comunione con la natura e gli esseri cheContinua a leggere “San Francesco d’Assisi – Cantico delle creature.”

Dennis Brutus – Sopravviviamo comunque

Parlando di poesia si richiamano spesso i poeti italiani, francesi, americani, inglesi spagnoli. Molta meno attenzione si dedica alla poesia proveniente dal continente africano, se si escludono alcuni importanti poeti della fascia mediorientale (Gibran su tutti). L’Africa è invece un continente che, proprio per le vicissitudini che il continente ha subito nel corso dei secoli,Continua a leggere “Dennis Brutus – Sopravviviamo comunque”

Charles Baudelaire – Spleen

Uno dei principali poeti francesi e uno dei più influenti europei, Talentuoso e poliedrico, poeta, scrittore, saggista, traduttore nonché aforista, giornalista e critico di arte e di letteratura, Charles Pierre Baudelaire è nato nel 1821 a Parigi. Il famoso poeta francese ha perso suo padre quando aveva solo sei anni, perdita che ne segnerà profondamenteContinua a leggere “Charles Baudelaire – Spleen”